Politica / Regione

Commenta Stampa

Libri di testo in braille, l'ass. Russo tranquillizza gli alunni con disabilità visiva


Libri di testo in braille, l'ass. Russo tranquillizza gli alunni con disabilità visiva
19/09/2011, 11:09

“Desidero tranquillizzare le famiglie degli alunni con disabilità visiva della Campania che, nel corso dell’anno scolastico appena iniziato, sono iscritti e frequentano attività scolastiche/formative di ogni ordine e grado: la procedura per la trascrizione dei testi in braille, a caratteri ingranditi o in formato elettronico avverrà senza alcun problema. Il recente avviso pubblico regionale è più rapido degli altri anni, garantisce un servizio migliore ed è trasparente. Da questo momento in poi non ci sarà più bisogno di intermediari”. A chiarirlo è l’assessore all’Assistenza sociale della Regione Campania, Ermanno Russo.
“Spiace aver ravvisato in questi giorni – continua l’assessore – comportamenti poco corretti da parte di chi, in maniera pretestuosa, ha messo in giro voci infondate sui tempi di erogazione di un servizio che, invece, è immediato e che, con la nuova procedura regionale, agevola di molto le famiglie con alunni con disabilità visiva, dando vita ad un automatismo tra domanda ed offerta. Gli alunni e loro familiari avranno una ‘dote scuola’ da poter spendere, attraverso lo strumento del voucher, presso uno dei centri abilitati alla trascrizione. Un meccanismo collaudato ed istantaneo”.
Di qui l’assessore Russo spiega: “Nei limiti delle risorse rese disponibili dalla Giunta regionale, il cui importo varierà in base al grado di istruzione, si potrà beneficiare di una dote non superiore a 1.800 euro per la scuola primaria e non superiore a 3.200 euro per gli altri gradi. La famiglia dell'alunno che vorrà avvalersi di tale servizio non dovrà fare altro che scaricare e compilare un modulo (allegato A) presente sulla home page del sito internet della Regione Campania (www.regione.campania.it), farlo sottoscrivere sia dalla scuola di appartenenza dell’allievo che dall’ente presso cui intende spendere la dote e quindi presentarlo in Regione Campania presso la sede del Settore Assistenza sociale sita in Napoli, Centro direzionale Isola A6. Palazzo Santa Lucia con un intervallo di tempo pari ad almeno quindici giorni, vaglierà le domande e riconoscerà la dote. Un minuto dopo gli studenti avranno in dotazione i testi di cui hanno fatto richiesta. Ulteriore esempio di trasparenza è rappresentato anche dall’individuazione di più soggetti abilitati alla fornitura dei supporti didattici, che – una volta accreditatasi presso l’elenco reso disponibile dall’avviso pubblico – faranno parte di una short list costantemente aggiornata e sempre on-line”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©