Politica / Politica

Commenta Stampa

"Dipendenti pubblici e privati vanno tutelati"

Licenziamenti, Patroni Griffi: "Nessuna delega in riforma"

"Buona collaborazione con gli altri ministri"

Licenziamenti, Patroni Griffi: 'Nessuna delega in riforma'
06/06/2012, 10:06

"Nella delega sulla riforma della Pubblica Amministrazione non sono previste parti esplicitamente dedicate al tema dei licenziamenti". Lo ha confermato il ministro della Pubblica Amministrazione, Filippo Patroni Griffi. "Per ora non c'è una parte esplicita sulle forme di tutela contro il licenziamento illegittimo - ha affermato - per il resto la normativa già c'è sui licenziamenti, sia i disciplinari che quelli collettivi, noi su quello non intendiamo intervenire". Interpellato sulle affermazioni del leader della Cgil, Susanna Camusso, che ha definito ''demagogico'' l'attegiamento di chi equipara pubblico e privato, Patroni Griffi ha precisato: "Sicuramente i dipendenti pubblici e privati vanno tutelati in maniera uguale, nello stesso tempo bisogna tener presente che il datore di lavoro pubblico e quelli privati sono diversi - ha spiegato il ministro - noi dobbiamo trovare al di là delle questioni di principio delle soluzioni che consentano al meglio di far funzionare la pubblica amministrazione; quindi non si tratta di licenziabilità, che è prevista comunque dalle leggi, perché la delega che io mi accingo a presentare al Consiglio dei ministri è incentrata soprattutto sul merito e sull'apertura soprattutto in entrata del mercato del lavoro pubblico, in modo da consentire anche per il pubblico forme di lavoro flessibile. Sono convinto che troveremo una soluzione". ''Sulla riduzione delle tasse, dobbiamo prima vedere i risparmi, e poi potremo prendere decisioni. Non posso anticipare nulla al riguardo", ha poi assicurato il ministro. E sul "chiarimento" con il ministro Elsa Fornero ha affermato: "Piu' che chiarirci in realta' non abbiamo avuto dei contrasti preventivi", ha spiegato. "La collaborazione sta funzionando bene, sia con il commissario Bondi - conclude il ministro - che tra i ministri; sulla riduzione delle tasse, dobbiamo prima vedere i risparmi, e poi potremo prendere decisioni. Non posso anticipare nulla al riguardo".

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©