Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Polemiche contro il Pd che sull'iniziativa è silente

L'Idv inizia la raccolta firme contro il "porcellum"


L'Idv inizia la raccolta firme contro il 'porcellum'
04/08/2011, 15:08

ROMA - E' iniziata oggi ufficialmente la raccolta firme dell'Italia dei Valori per un referendum che abolisca il punto fondamentale del "porcellum": il divieto per i cittadini di scegliere il parlamentare che li rappresenta. In realtà il quesito è stato depositato presso la Corte di Cassazione lo scorso 11 luglio, e da allora sono scattati i 90 giorni previsti dallalegge per la raccolta firme. Oggi c'è stata una conferenza stampa, a cui hanno partecipato, oltre ai leader dell'Idv,  Mario Segni, Loredana De Petris (Sel), Enzo Palumbo del Partito Liberale, Nunzia Eleuteri dell'Unione Popolare e il presidente del comitato Andrea Morrone.
Durante la conferenza stampa, non è mancata qualche stilettata al Pd, che sulla raccolta firme mantiene un atteggiamento ambiguo: non ha ancora offerto la propria collaborazione, almeno come partito, ma non si è neanche dichiarato contro. Un atteggiamento ambiguo, che ha fatto dire a Di Pietro: "Tutti i giorni io parlo con Bersani. Il problema non è quante volte ci parlo, ma quante volte Bersani mi ascolta".
In ogni caso i tempi sono stretti: entro la prima settimana di ottobre dovranno essere consegnate in Cassazione almeno 500 mila firme, per poter effettuare il referendum tra il 15 aprile e il 15 giugno del 2012, sempre se la Corte Costituzionale non avrà nulla da ridire. Tuttavia già l'anno scorso l'Idv raccolse proprio in questo periodo le firme per i referendum sul legittimo impedimento e sul nucleare; quindi hanno esperienza in merito. Il resto tocca ai cittadini italiani.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©