Politica / Politica

Commenta Stampa

Ad annunciarlo è il ministro , Elsa Fornero

L’Inail torna a finanziare progetti per la sicurezza


L’Inail torna a finanziare progetti per la sicurezza
27/12/2011, 21:12

ROMA - "Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del bando con cui l'Inail finanzia per 205 milioni progetti per la sicurezza sul lavoro, l'istituto torna a finanziare progetti d'investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori e alla sperimentazione di soluzioni innovative e di strumenti di natura organizzativa ispirati alla responsabilità sociale delle imprese". Ad annunciarlo è il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Elsa Fornero in una nota.

Per il ministro, l'entità delle risorse destinate al finanziamento danno la misura dell'attenzione che il Governo hanno verso il tema della sicurezza sul lavoro. "E' di grande importanza - ha sottolineato Fornero - che pur in una fase di profonda crisi quale quella attuale si riesca a trovare risorse per un capitolo, quello della sicurezza, che non deve per nessuna ragione passare in secondo piano. Nessuna crisi - ha concluso il ministro - deve diventare un alibi per ridurre la tutela e la salvaguardia della sicurezza sul lavoro". L'importo complessivo è ripartito in budget regionali in funzione del numero di addetti e del rapporto di gravità degli infortuni sul territorio.

Le domande possono essere presentate entro il 7 marzo 2012. Il finanziamento è costituito da un contributo in conto capitale pari al 50% dei costi ammissibili sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto. In ogni caso, il progetto da finanziare deve essere tale da comportare un contributo compreso tra un minimo di 5.000 ed un massimo di 100.000 euro. Destinatarie del finanziamento sono le imprese, anche individuali, ubicate in ciascun territorio regionale e iscritte alla Camera di Commercio. La procedura di attuazione è del tipo valutativa a sportello, che consente di coniugare semplificazione e trasparenza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©