Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Sottoscrivo la profezia finiana: liberiamo il sud

L’iperbole finiana, Mazzoni (Ppe-Pdl): “Dalla legalità al legalitarismo per giustificare un partito che non c’era (e che non c’è)!”


L’iperbole finiana, Mazzoni (Ppe-Pdl): “Dalla legalità al legalitarismo per giustificare un partito che non c’era (e che non c’è)!”
18/10/2010, 15:10

Sottoscrivo la profezia finiana: se liberiamo il sud dalla zavorra del parassitismo e dell’illegalità, l’Italia tutta progredisce. Purtroppo, Fli non fa che il gioco delle parti: colpisce gli altri per occultare se stesso!”.
L’On. Erminia Mazzoni, Eurodeputata e membro della Direzione Nazionale Pdl, plaude al momento di confronto oggi a Napoli, fortemente voluto dall’On. Maurizio Iapicca, sul tema SICUREZZA, UN BENE PER TUTTI che “coglie in pieno l’importanza, per la tutela dei cittadini e delle loro libertà personali, di garantire un ambiente sociale adeguato e soprattutto di considerare la sicurezza un bene primario”.
Richiamata a Strasburgo per i lavori di plenaria del Parlamento Europeo, la Presidente Mazzoni non perde l’occasione dell’incontro per recapitare un messaggio al Presidente Fini:
“Una settimana intitolata alla legalità, quella che si è appena chiusa. Dalla Iervolino a Fini, si è agitata un po’ l’aria per tenere su le banderuole.”
“Questa visione manicheista, che rivendica un nuovismo di bandiera- sottolinea l’On. Mazzoni- mal si relaziona all’idea del meridionalismo intelligente.
Abusare del concetto di legalità, facendone un uso fazioso, è illegale”.
Le parole, declinate in politichese, rischiano di rivelare un pericoloso vuoto di senso. E la Campania di abissi ne ha conosciuti fin troppi”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©