Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Dopo l'ennesimo stop, si attende il Consiglio di Stato

Liste Pdl: anche la Corte d'Appello respinge il ricorso


Liste Pdl: anche la Corte d'Appello respinge il ricorso
13/03/2010, 11:03

ROMA - Dopo i pronunciamenti negativi del Tar del Lazio e dell'ufficio circoscrizionale del tribunale di Roma, arriva il no anche da parte della Corte D'Appello. Le motivazioni che hanno portato all'ennesimo respingimento del ricorso presentato dal Pdl per la riammissione delle liste è sempre lo stesso:"Mancanza della prescritta documentazione".
A dare conferma del pronunciamento sfavorevole della Corte è stato il responsabile dell'ufficio elettorale nazionale del Pdl
Ignazio Abrignani.
Nel pomeriggio è attesa questa che dovrebbe essere l'ultima tappa del travagliato (e fin ora vano quanto illogico) percorso giudiziario delle liste del centrodestra laziale. A nulla pare sin qui servito il fulmineo "decreto interpretativo". Del resto è difficile immaginare l'ammissione data la mancanza di documentazione minima richiesta riscontrata per ben tre volte da tre organismi giuridici differenti.
I'ipotesi di complotto radical-squadrista sembra palesarsi in tutto il suo delirio e, a tal punto, resterebbe solo da ammettere il clamoroso e madornale errore di chi, le tanto discusse liste, avrebbe dovuto prepararle in tempo utile ed in maniera corretta. Proprio perchè il Popolo delle libertà rappresenta svariati milioni di italiani, i suoi dirigenti  dovrebbero rappresentare un fulgido esempio di democratica efficienza; dimostrando dunque massima affidabilità e professionalità invece di pretendere lo stravolgimento di un sistema di regole preciso per note e plateali incompetenze e beghe interne al partito.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©