Politica / Parlamento

Commenta Stampa

L’Italia promuova tregua e mediazione diplomatica


L’Italia promuova tregua e mediazione diplomatica
07/03/2011, 17:03

La situazione libica diventa ora dopo ora sempre più insostenibile e da più fonti provengono voci di un possibile intervento militare internazionale. L’Italia deve fare ogni cosa in suo potere per scongiurare che questo avveng. Come ha ben detto il Ministro Frattini la guerra è una cosa seria e non è un video gioco, si tratta di migliaia di vite umane e sofferenze indicibili per le popolazioni colpite. Al momento in Libia è in atto una guerra civile armata, che non ha nulla a che fare con i moti di protesta avvenuti in Tunisia ed Egitto. La Nato ha rivendicato l’uso della forza nel caso la situazione non dovesse cambiare. In tal caso l’Italia, nel rispetto degli obblighi internazionali si troverebbe coinvolta nell’intervento militare. Al fine di scongiurare quest’evenienza, che noi consideriamo altamente dannosa e da considerare come ultimissima opzione, in virtù dei rapporti sin qui intercorsi con il Governo libico ed il ruolo che l’Italia deve ricoprire nel Mediterraneo, chiediamo al nostro Ministro degli Esteri di proporre a nome del nostro paese un piano di mediazione diplomatica da presentare in ambito internazionale, ed alle parti in guerra per fermare gli scontri e coordinare una pacifica transizione politica in Libia.

Commenta Stampa
di On. Americo Porfidia (Noi Sud), membro della Commissione Difesa alla Camera
Riproduzione riservata ©