Politica / Regione

Commenta Stampa

Lo Uttaro, la replica dell'assessore Romano a Zinzi


Lo Uttaro, la replica dell'assessore Romano a Zinzi
22/09/2011, 17:09

“Sulla realizzazione del sito di stoccaggio in località Lo Uttaro, Zinzi si oppone a se stesso. L'impianto è stato autorizzato sulla scorta del parere positivo espresso dalla Provincia di Caserta in Conferenza dei Servizi.”
Così l'assessore all'Ambiente della Regione Campania, Giovanni Romano sulla vicenda della realizzazione dell'impianto di stoccaggio.
“Alla riunione della Conferenza dei Servizi indetta dallo STAP di Caserta che si è svolta il 21 luglio scorso e che si è conclusa con il rilascio dell’autorizzazione, erano presenti Asl, Arpac, l'amministratore della ditta New Ecology srl, il responsabile del procedimento e il geometra Bruno Broccoli per conto della Provincia di Caserta. E' stato proprio quest'ultimo ad esprimere parere favorevole, <sulla scorta – così è riportato nel verbale – della documentazione presentata dalla ditta>. L'impianto, quindi, non è assolutamente "voluto" dalla Regione Campania come ha affermato il presidente della Provincia di Caserta. Gli uffici provinciali della Regione si sono limitati a fare il proprio dovere avviando un procedimento amministrativo di autorizzazione e rispettando gli obblighi che sono stabiliti dalla legge. Sono gli Enti chiamati a partecipare alla Conferenza dei Servizi a doversi esprimere manifestando la propria contrarietà. Che, evidentemente, non c'è stata da parte di nessuno dei presenti e meno che mai da parte della Provincia. Il presidente Zinzi, dunque, finora non solo non si è opposto ma, attraverso un suo delegato, ha formulato un giudizio positivo in sede istituzionale. Va precisato – ha aggiunto Romano – che sulla questione nessuna indicazione è stata espressa dalla Regione, alla quale spetta l'unico compito di acquisire pareri, non di esprimerli. Se Zinzi ora ha cambiato idea, chieda la riapertura del procedimento. Gli uffici regionali saranno pronti a valutare le ragioni che saranno avanzate per l'annullamento del decreto così come richiesto anche dall'on. Gennaro Oliviero che ha sollevato la questione con una interrogazione.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©