Politica / Regione

Commenta Stampa

Tutti favorevoli, tranne i grillini, che volevano di più

Lombardia: approvato il taglio di un terzo dello stipendio dei consiglieri


Lombardia: approvato il taglio di un terzo dello stipendio dei consiglieri
18/06/2013, 18:10

MILANO - Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato una riduzione degli stipendi di circa un terzo dello stipendio. D'ora in poi gli stipendi saranno di 10500 euro al mese (6300 euro di stipendio effettivo più 4200 euro di rimborsi forfettari) contro i 16800 euro mensili che prendono attualmente. A favore della norma hanno votato 66 voti su 75 consiglieri presenti. Gli unici che hanno votato no sono stati i grillini, che volevano un taglio al 50% degli stipendi. 
La norma, che obbedisce alla legge varata dal governo Monti che impone una spending review agli enti locali, prevede anche altri tagli: una sanzione di 280 euro per ogni udienza del Consiglio regionale a cui si è assente e un taglio di circa la metà dei soldi per il personale dei gruppi e dell'86% dei soldi per il funzionamento dei gruppi. Inoltre è stato messo a disposizione della Corte dei Conti l'accesso libero ai dati informatici del bilancio regionale. Secondo i promotori, la legge farà risparmiare 14 milioni all'anno, 70 milioni in tutta la legislatura. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©