Politica / Regione

Commenta Stampa

Tra i 20.000 eletti, il 20% sono under 30

Lombardia: primato dei giovani nelle amministrazioni


Lombardia: primato dei giovani nelle amministrazioni
04/05/2010, 20:05

Il rapporto presentato da "Cittalia" concede alla Lombardia la palma della gioventù inserita all'interno delle amministrazioni locali; soprattutto in riferimento ai centri più piccoli. Secondo i dati appena diffusi in una nota, infatti, su un totale di circa 20.000 amministratori, gli under 30 superano il 20%. La percentuale di ragazzi premiati dai risultati elettorali sale di molto se si considerano i centri con popolazione che non supera i 5000 abitanti.
La dimostrazione inequivocabile, dunque, è che nelle province più piccole i cittadini ripongono ferma fiducia nei più giovani che dimostrano di volersi impegnare per il bene del proprio territorio. Per i comuni con meno di 2000 abitanti, sono addirittura 97 i sindaci di età non superiore ai 35 che esercitano il proprio mandato con relativa soddisfazione dei propri elettori.
Il primato, sempre nei centri meno estesi, va alla Lombardia anche per quanto riguarda la composizione degli assessori. In particolare, le province con la maggior concentrazioni di giovani sono quelle di Bergamo (25,3%), Lecco (22%) e Mantova (21,9). Discreto anche il livello d'istruzione medio; con molti under 35 (il 90%) che posseggono un titolo di studio superiore. Per quanto riguarda le donne, in ultimo, anche il Lombardia si rispetta la media nazionale; con 1/3 di giovani amministratrici che siedono in regione.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©