Politica / Parlamento

Commenta Stampa

L’on. Patriciello visita l’ESRIN di Frascati


L’on. Patriciello visita l’ESRIN di Frascati
06/08/2011, 09:08

“Una visita di estremo interesse, i temi approfonditi risulteranno indispensabili per la stesura del Dossier sulla Strategia Spaziale Europea”. Queste le affermazioni dell’On. Aldo Patriciello di ritorno da Frascati, dove l’eurodeputato ha visitato, dietro espressa richiesta del Direttore generale dell’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, Jean Jaques Dordain, l’Esrin, il centro operativo italiano attivo nel settore della ricerca spaziale che funge da centro raccolta dati rilevati dai satelliti che orbitano intorno alla Terra. Si tratta di uno degli appuntamenti istituzionali che l’On. Patriciello sta tenendo in queste settimane al fine di raccogliere informazioni utili alla stesura del Dossier sulla Strategia Spaziale Europea di cui è relatore nell’ambito della Commissione Ricerca, Industria ed Energia.
“L’attività svolta all’interno del centro operativo Esrin - continua Patriciello - è un esempio di quanto la ricerca in ambito spaziale sia indispensabile per affrontare e gestire non solo i problemi che la natura ci presenta ma incide anche sulle scelte politiche in materia ambientale. Tali informazioni satellitari sono indispensabili per il lavoro di scienziati, ambientalisti e geografi e protezioni civile”.
Il centro di Frascati, con i suoi 640 dipendenti, offre un servizio 24 ore su 24 di monitoraggio della terra per allertare gli organi competenti in caso di calamità naturali. Il suo contributo per esempio è stato essenziale nella crisi del Darfur del 2004, durante lo tzunami e l’uragano Catrina nel 2005, durante il terremoto di Haiti del 2010 e quello del Giappone del 2011. Inoltre con i dati raccolti è possibile osservare l’andamento dello scioglimento dei ghiacciai e dell’inquinamento atmosferico nonché dell’ampliamento del buco dell’ozono.
“Tutti servizi – afferma Patriciello – divenuti ormai indispensabili per la sopravvivenza stessa del nostro pianeta. Ed è in questa direzione che deve andare la Nuova Strategia Spaziale Europea, volta ad implementare i centri già esistenti ed a crearne di nuovi”.
L’Eurodeputato ha incontrato il direttore dell’Esrin Volker Liebeig e visto da vicino l’antenna di ricezione dei dati satellitari. I principali prodotti dell’ESRIN sono l’Osservatorio della Terra, i Sistemi Informativi e lo sviluppo del Programma GMES. In tutte le sue attività l’ESRIN persegue l’obiettivo di aumentare l'interazione con gli utenti al fine di sviluppare nuovi prodotti e servizi e sostenere la competitività dell’industria spaziale europea. Tra gli altri programmi figurano Vega; i Sistemi Informatici che garantiscono la progettazione, sviluppo, fornitura e manutenzione dei sistemi informativi e software utilizzati da parte dell’Agenzia; il Laboratorio Telecom che intende fornire un semplice accesso alle infrastrutture di telecomunicazione all’industria europea e alle istituzioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©