Politica / Napoli

Commenta Stampa

Le inchieste della Julie ancora una volta hanno fatto centro

Lunedì l’addio di Romeo al Comune di Napoli

Al via oggi il trasloco dei faldoni a Palazzo San Giacomo

.

Lunedì l’addio di Romeo al Comune di Napoli
14/12/2012, 12:58

Avevamo seguito la vicenda Romeo tutti questi anni con le nostre inchieste: da Lunedì prossimo ci sarà il passaggio di consegne della gestione di 30mila case di proprietà del comune. Dopo 12 lunghi anni la società di Alfredo Romeo cede il testimone alla “Napoli Servizi”, in attesa del varo della megaholding delle partecipate del Comune di Napoli fino a giugno 2013.  Sul piede di guerra i sindacati degli inquilini preoccupati per il caos e i disagi che si creeranno sicuramente, peggio di com’era prima con il rischio di blocco totale di interventi di manutenzione ordinaria e difficoltà in quella straordinaria.  Già da ieri il primo faccia a faccia tra gli inquilini CgilCasa e l’ assessore al Patrimonio, Bernardino Tuccillo che ha cercato di tranquillizzare gli animi: “La nostra è una svolta copernicana e all’inizio ci potrà essere qualche disagio. Chiedo di avere pazienza e collaborare” ma CgilCasa ha replicato: “Abbiamo redatto un vademecum di sopravvivenza a cui allegheremo un cornetto perché agli inquilini occorrerà tanta fortuna per uscire indenni da questa situazione paradossale, frutto di grande improvvisazione”.

«Il contratto è scaduto e il Comune ha deciso di non rinnovarlo. È stata fatta questa scelta che rientra nella normalità. Noi provvederemo a consegnare tutta la documentazione necessaria». Queste le parole diplomatiche di Alfredo Romeo, anche perché c’è ancora da sistemare col comune di Napoli la questione del progetto urbanistico per il rifacimento dell’Insula dell’antica dogana e l’ultima tranche di soldi, circa 20 milioni, che il Comune deve versare alla Romeo come stabilito dalla transazione siglata nei mesi scorsi. «Scaricare il colosso delle gestioni immobiliari causerà — sostiene la Cgil — moltissimi guai». 

Il caso ha voluto che nel 2009 de Magistris, all’ora giudice del Riesame esaminò in collegio il caso di Alfredo Romeo, per lo scandalo del Global Service, e fu assolto da ben undici capi di imputazione, tra cui il più grave, l’associazione per delinquere, e condannato a due anni per un unico episodio di corruzione (attualmente è in corso il processo di appello).  Intanto oggi saranno consegnati due chilometri lineari di archivi. La giunta ha chiesto che i documenti non fossero portati tutti insieme ma a scaglioni. Si era pensato anche che tir carichi di faldoni fossero pronti a invadere piazza Municipio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©