Politica / Politica

Commenta Stampa

"Meglio il proporzionale senza premio di maggioranza"

M5S: "Su legge elettorale, no alle proposte di Renzi"


M5S: 'Su legge elettorale, no alle proposte di Renzi'
14/01/2014, 18:16

ROMA - Dopo il deposito delle motivazioni della sentenza della Corte Costituzionale che ha bocciato e di fatto modificato il Porcellum, il Movimento 5 Stelle dichiara le proprie preferenze in materia. 
Che sono quelle di lasciare la legge elettorale così come è uscita dalla sentenza della Corte Costituzionale: un proporzionale puro, con soglia di sbarramento al 4% alla Camera e all'8% su base regionale al Senato e una preferenza. Ma soprattutto, il Movimento 5 Stelle dice no a tutte le tre proposte fatte da Renzi, perchè secondo loro sono proposte illegittime: il Mattarellum corretto con premio di maggioranza perchè avrebbe un effetto distorsivo sui risultati, permettendo anche a chi ha il 25% dei voti di vincere le elezioni; la legge sui sindaci perchè il doppio turno permetterebbe anche a chi ha meno del 25% di vincere, quindi avrebbe un effetto ancora più distorsivo; e lo stesso discorso viene fatto anche per una legge elettorale proporzionale sul modello spagnolo, che ha un premio di maggioranza. 
Ma che cosa si otterrebbe, se si andasse a votare domani col proporzionale? Un disastro: alla Camera ci sarebbero come partiti principali solo il Pd con 264 seggi, M5S con 167, Forza Italia con 159 e 43 con il Nuovo Centrodestra. Una situazione di totale ingovernabilità, senza le larghe intese (ancora? Ebbene sì, anche se ormai hanno stufato, ndr) tra Pd e Forza Italia, dando per scontato che ancora una volta i grillini fuggiranno a gambe levate da ogni responsabilità politica. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©