Politica / Regione

Commenta Stampa

Maddaloni: Incendio doloso al comitato Mataluna


Maddaloni: Incendio doloso al comitato Mataluna
23/03/2010, 11:03

Devastato con il fuoco il comitato elettorale del Partito Democratico. Il rogo è avvenuto dopo l’una di notte. La sede del comitato elettorale allestito per la candidatura alla Provincia di Vincenzo Mataluna per il Partito Democratico, è stato interessato da un ignobile atto di vandalismo. Con il chiaro obiettivo di ridurre la visibilità della sede elettorale, ignoti hanno dato alle fiamme bandiere, manifesti, bunner ed insegne, nonché divelto un cartellone stradale del Comune di Maddaloni allestiti all’esterno del comitato di via Appia. L’incendio, di innegabile origine dolosa, è avvenuto durante la notte, presumibilmente poco dopo la chiusura del comitato elettorale. “E’ un’esperienza mortificante – ha commentato Mataluna – questa campagna elettorale è particolarmente difficile. Inoltre questi episodi di sciacallaggio sono gravi azioni di oltraggio al democratico e sereno svolgimento della campagna elettorale, quest’anno vergognosamente associabile ad una giungla, ove regole e valori morali non esistono. Ma non mi arrendo, come uomo, politico e rappresentante istituzionale è mio dovere contrastare questo modo d’intendere la competizione elettorale”. Intanto, non mancano gli attestati di solidarietà a Mataluna. Infatti, il Coordinamento cittadino del Partito Democratico stigmatizza “con sentimenti di sdegno, il vile gesto compiuto ai danni del comitato elettorale di Vincenzo Mataluna, candidato alle elezioni provinciali, per il collegio 1. L’intero Partito si stringe, con forza e solidarietà, intorno all’Amico Mataluna e gli rinnova l’invito a proseguire una battaglia di legalità e civiltà contro atteggiamenti ignobili e non consoni ad un corretto confronto democratico. I democratici maddalonesi terranno alta la guardia verso possibili derive che possano turbare il naturale e sereno svolgimento della campagna elettorale”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©