Politica / Regione

Commenta Stampa

Malpensa: Castelli e Formigoni ancora contro Alitalia


Malpensa: Castelli e Formigoni ancora contro Alitalia
03/08/2009, 17:08

Continuano le dichiarazioni ostili contro Alitalia, "rea" di non aver sostenuto un disastro economico come Malpensa, da parte del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e dei leghisti. Oggi è toccato al Vice Ministro dei Trasporti Roberto Castelli che, firmando un accordo tra Regione Lombardia, Trenitalia e F.N.Mi. per la creazione di una nuova linea di trasporto interurbano tra Milano e l'aeroporto, ha detto che Malpensa non è una cattedrale nel deserto. E che lo Stato farà in modo che in futuro essa verrà sempre più collegata al centro di Milano. Gli ha fatto eco Formigoni, asserendo che con Alitalia bisogna parlare romanesco, perchè ha abbandonato il nord.
Naturalmente a nessuno è venuto di far notare ai due esponenti del governo e del partito di maggioranza nazionale che se è necessario inaugurare nuove infrastrutture esclusivamente per Malpensa, è esattamente perchè adesso l'aeroporto varesino è una cattedrale nel deserto. E poi comunque rimane collocato con molta scomodità, se un percorso diretto e senza soste, quale quello firmato oggi, ci impiega comunque mezz'ora per portare i passeggeri dell'aeroporti fino in centro città.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©