Politica / Salerno

Commenta Stampa

Maltempo: disagi in tutta la provincia di Salerno


Maltempo: disagi in tutta la provincia di Salerno
14/09/2012, 10:57

Dall'estate all'autunno grazie (o a causa) di Medea, la perturbazione artica che dopo aver toccato il Nord dello stivale è arrivata anche al Centro - Sud e sulla Campania, portando pioggia e calo delle temperature. Caratteristica di questo peggioramento dalle caratteristiche autunnali, come spiegato dagli esperti, è appunto il calo della colonnina di mercurio, che potrà abbassarsi tra oggi e venerdì (per quanto riguarda il Sud e anche la Campania, mentre il Nord è già stato toccato ieri) di 5 - 7 gradi. Si potrebbe arrivare anche a cali di 10 gradi. Per il fine settimana è però previsto bel tempo: un vortice di alta pressione porterà infatti tempo soleggiato e temperature in aumento. Intanto, però, sono necessari gli ombrelli.“ Intanto la violenta perturbazione che sta interessando la provincia di Salerno ha già causato disagi e danni, e pensare che siamo solo all'inizio dell'autunno.  A Salerno città traffico in tilt e ritardi, mentre nell'agro nocerino sarnese si sono verificati numerosi allagamenti allagamenti. I maggiori disagi si sono verificati nei territori comunali di Nocera Inferiore, Pagani, Angri e Scafati. In particolare il torrente Solofrana è esondato a Pagani e le sue acque hanno invaso le strade e alcuni terreni agricoli. In piazza Sant'Alfonso allagati i seminterrati di una scuola elementare che è stata così fatta evacuare. E in una nota Anna Savarese, vicepresidente Legambiente Campania  riporta l’attenzione sul dissesto idrogeologico, fenomeno che in Campania con l’arrivo delle prime piogge provoca ogni anno maggiori disagi e purtroppo a volte anche disastri:  "Pochi temporali mettono ancora una volta in ginocchio un territorio che risulta ogni anno più fragile, martoriato dall’abusivismo,  dagli incendi, dalla scarsa manutenzione degli alvei e dall’urbanizzazione irrazionale. - fa notare l'esponente di Lagambiente - Solo il 14% dei comuni svolge un lavoro positivo sulla mitigazione del rischio idrogeologico , siamo in ritardo sulla prevenzione e manutenzione del territorio. Ed in una Campania dai piedi d’argilla , il prossimo 18 settembrela Regione Campaniasi appresta ad approvare il disegno di legge sul piano paesaggistico che avrà conseguenze gravissime su un territorio già martoriato”. 

Commenta Stampa
di Rocco Papa
Riproduzione riservata ©