Politica / Regione

Commenta Stampa

Manovra bilancio 2010 al vaglio del Consiglio


Manovra bilancio 2010 al vaglio del Consiglio
28/12/2009, 16:12

NAPOLI – Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto dal Vice presidente Gennaro Mucciolo, ha iniziato l’esame della manovra finanziaria di Bilancio per l’anno 2010, con l’esame del Bilancio di previsione per il funzionamento del Consiglio Regionale della Campania anno 2010, che è stato introdotto all’Aula dal Presidente della Commissione Bilancio Nicola Marrazzo (IdV): “la Commissione ha condiviso all’unanimità, salvo l’astensione del collega Mastranzo, la linea di rigore e di sobrietà che abbiamo voluto darci rispetto alle spese del Consiglio regionale che, anche quest’anno, presenta un bilancio in decremento (83 milioni e 750 mila euro rispetto agli 87 milioni di euro dello scorso anno)”. “Anche quest’anno l’Ufficio di Presidenza ha deciso la riduzione delle spese per le consulenze e per compartecipazioni fino al 30% - ha sottolineato il consigliere questore alle finanze Antonio Amato (Pd) – ma va fatta autocritica per quanto riguarda la gestione del personale che assorbe gran parte delle risorse del bilancio del Consiglio. Per questo – ha concluso Amato – credo che dovremmo intervenire con una modifica sull’art. 44 sulle procedure di mobilità e approvare definitivamente la riforma dell’istituto del comando, che è molto dispendioso per le casse del Consiglio, improntandolo al metodo del Parlamento, ovvero la dotazione di un budget per finanziare personale esterno che, al termine della legislatura, è destinato a tornare alla realtà di provenienza senza gravare ulteriormente e definitivamente sul bilancio del Consiglio”. Il voto favorevole dell’opposizione è stato annunciato anche dal vice presidente Salvatore Ronghi (Mpa-Alleati per il Sud) che ha auspicato che “la medesima linea di rigore adottata nel bilancio del Consiglio venga adottata anche per il complessivo bilancio della Regione”.

Il consigliere de La Sinistra Angelo Giusto ha chiesto ed ottenuto una sospensione della seduta per chiarire alcuni aspetti del bilancio del Consiglio.

Sulle scelte dell’esecutivo regionale si sono soffermati, in apertura della seduta, il capo dell’opposizione Franco D’Ercole, e i consiglieri Salvatore Ronghi e Salvatore Gagliano (PdL): D’Ercole ha sollecitato la Giunta “ad evitare nomine di manager della sanità di fine legislatura” e ha sottolineato che “la scelta della Giunta inciderà anche sull’atteggiamento dell’opposizione sul prosieguo dei lavori per l’esame del Bilancio”; Ronghi e Gagliano hanno, invece, sollecitato la Giunta-Bassolino a garantire il rispetto del nuovo Statuto della Regione Campania con particolare riferimento all’art. 60 che prevede che la legge finanziaria deve contenere solo ed esclusivamente norme di natura finanziaria “al fine di evitare che essa diventi una legge omnibus relativa ad interventi di diversa natura che nulla hanno a che vedere con la legge di bilancio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©