Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Intanto sale la tensione tra Berlusconi e Tremonti

Manovra finanziaria: oggi la firma di Napolitano


Manovra finanziaria: oggi la firma di Napolitano
31/05/2010, 09:05

ROMA - Un lungo e paziente lavoro di limatura al contenuto della manovra finanziaria, durato tutto il pomeriggio di ieri, ha consentito di inviare al Quirinale in serata il testo di legge che verrà portato in Parlamento. Questa mattina, dopo una veloce occhiata, Napolitano lo firmerà e poi verrà promulgato in Gazzetta Ufficiale, anche per tranquillizzare i mercati azionari, che nell'ultima settimana sono stati molto in fibrillazione.
Naturalmente, conoscendo le abitudini dei governi Berlusconi, questo testo conterà poco o niente, perchè il provvedimento verrà cambiato, dopo gli accordi che verranno presi all'interno del Pdl, col solito sistema del maxiemendamento seguito dalla richiesta di fiducia in entrambe le Camere. Ma il dato interessante è l'aperto contrasto che si sta sviluppando tra il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il Ministro delle Finanze Giulio Tremonti. Infatti il primo contesta al secondo il metodo comunicativo sbagliato: non ci sono tagli, ma riduzioni di spesa; non c'è un blocco degli stipendi pubblici, ma sono una razionalizzazione; e così via. Giustamente il premier sa che basta scegliere le parole giuste da far ripetere ossessivamente dai suoi uomini in tutte le TV e su tutti i giornali, per convincere gli italiani che i soldi che gli verranno sottratti sono un vantaggio per loro.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©