Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Manovra, Formisano (IDV): "seria lotta ad evasione risolve problemi bilancio"


Manovra, Formisano (IDV): 'seria lotta ad evasione risolve problemi bilancio'
31/08/2011, 16:08

“Si puo’ prendere atto che il Paese abbia vissuto sopra le sue reali possibilita’, ma se bisogna contribuire si parta da chi non ha dato niente, piuttosto che da chi ha gia dato”.
Ad affermarlo, e’ l’on. Nello Formisano (Idv), vicepresidente della Commissione Bicamerale per la Semplificazione, il quale si chiede:
“E’ possibile che ogni volta si debba partire dalle pensioni e dai percettori di reddito fisso? L’evasione fiscale e’ quantificata tra i 140 e i 180 miliardi di euro l’anno. Il doppio delle manovre gia’ realizzate”.
“Con una seria politica di lotta all’evasione fiscale, come ha dichiarato anche il Presidente della Repubblica, avremmo risolto i problemi del bilancio statale”, aggiunge.
“Inoltre, il 10% degli italiani possiede il 47% della ricchezza nazionale: non siamo un paese socialista ma neanche si puo’ tollerare ancora a lungo questa differenza. Se si cerca afflusso di denaro pubblico, e’ sbagliato cercarlo nell'ambito del restante 53%”, continua l’on. Formisano il quale suggerisce:
“Un controllo all'evasione fiscale si potrebbe fare con un sistema che consenta di detrarre dalla propria dichiarazione dei redditi tutto cio’ che si acquista, come negli Usa. L'acquirente ha cosi’ interesse a farsi fatturare quello che compra, diventando controllore del venditore, che a sua volta lo diventa del suo fornitore”.
“Altri soldi sprecati sono quelli per tenere in vita le province -conclude-. L'abolizione di questi enti intermedi poteva essere realta’ gia alcune settimane fa: sarebbe bastato votare il progetto di legge costituzionale presentato dall’Idv e votato solo da noi e dall’Udc”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©