Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Avanza l'ipotesi di un piano di privatizzazioni-svendite

Manovra: l'opposizione blocca la speculazione finanziaria


Manovra: l'opposizione blocca la speculazione finanziaria
13/07/2011, 10:07

ROMA - Buone notizie per le Borse, a cominciare da quella di Milano, che è partita in rosso ma è subito schizzata nella zona positiva, superando l'1%. Gran parte del merito è dovuto all'annuncio di ieri, fatto dai partiti di opposizione (Pd, Idv e Udc) di far approvare la manovra ntro la fine della settimana. Questo ha rafforzato la posizione dell'Italia sui mercati internazionali, come dimostra anche lo spread, cioè il differenziale, tra i Btp italiani e i Bund tedeschi. Dopo un picco di 340 punti, già nel tardo pomeriggio di ieri era sceso a 299 ed attualmente viaggia sotto i 280. Questo significa che sui prossimi titoli che verranno piazzati pagheremo interessi inferiori di circa mezzo punto percentuale a quanto accaduto ieri. Se si considera che un punto percentuale sono circa 18 miliardi, il risparmio non è poca roba.
Restano tuttavia molte perplessità. Innanzitutto, l'allarme del Fondo Monetario Internazionale, sulla crescita troppo bassa, che questa manovra, per come è congegnata, contribuisce ad abbassare. E se la crescita del Pil rimane intorno all'1%, sarà impossibile mantenere l'impegno del pareggio di bilancio entro il 2014. Infatti avanza l'idea di una svendita di corposi pacchetti azionari delle aziende pubbliche o semipubbliche, come Eni, Finmeccanica ed Enel. Una notizia che però è stata smentita dal Ministro per la Semplificazione legislativa Roberto Calderoli, che ha detto che è una notizia falsa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©