Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il Presidente: "Necessario il rilancio dello sviluppo"

Manovra, Napolitano: "Per il futuro altre prove di coesione"

Il Capo dello Stato: "L'Italia soffre di bassa crescita"

Manovra, Napolitano: 'Per il futuro altre prove di coesione'
14/07/2011, 20:07

Zagabria - L'accordo tra maggioranza e opposizione "ha rappresentato il segno di una comune percezione dei rischi a cui è esposta l'Italia nel quadro europeo e mondiale, e ha rappresentato una comune assunzione di responsabilità", ma "anche per il futuro prossimo occorreranno in altri momenti prove di coesione". Con queste parole il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel corso dell'incontro a Zagabria  con il presidente croato Ivo Josipovic è intervenuto in merito alla Manovra. "La coesione nazionale è imprescindibile anche per una ripresa, un rilancio dello sviluppo. Le due cose non possono essere separate: l'Italia soffre di alto debito e di bassa crescita e in generale l'Europa deve crescere di più", ha aggiunto. Secondo il Presidente della Repubblica la crescita non deve riguardare soltanto un singolo Paese così importante come la Germania, ma lo sviluppo deve essere l'obiettivo di tutta l'area dell'Unione europea. "Considero molto positivo - ha inoltre sottolineato Napolitano - il fatto che si sia raggiunto un accordo sui tempi: naturalmente nessuno poteva pensare che ci fosse anche, in quattro e quattr'otto, un accordo sui contenuti della manovra".

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©