Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Manovra, Paternostro (PPI): "è ora che paghino gli evasori"


Manovra, Paternostro (PPI): 'è ora che paghino gli evasori'
02/09/2011, 18:09

Nella confusione e nell’incertezza con la quale si sta sviluppando la triste vicenda della manovra bis – ha dichiarato la Vicesegretaria del Partito Pensionati per l’Italia, Anna Paternostro – un dato emerge chiaro ed è la necessità assoluta che a pagare questa manovra siano gli evasori piccoli e grandi, che tanto male fanno al nostro Paese.
Nessuna remora a chiedere il giusto a chi ha portato i capitali all’estero – ha rimarcato l’esponente del Partito Pensionati per l’Italia – e ha usufruito dello scudo fiscale e dura azione di contrasto agli evasori.
È indispensabile indagare a fondo su chi conduce una vita da nababbo, dichiarando poco o nulla al fisco o addirittura fruisce di casa popolare e di sussidi – ha proseguito PATERNOSTRO – è qui che bisogna colpire, ed assieme a questo è necessario fare i tagli veri alle spese inutili, alle “cattedrali nel deserto” e ai costi della politica, incominciando con il tagliare i Consigli di amministrazione, Enti e tutto ciò che caratterizza questa fase politica e sociale del Paese.
È inconcepibile – ha concluso PATERNOSTRO – che quando si tratta di fare sacrifici questo Governo, come del resto gli altri che lo hanno preceduto, chiamino a pagare sempre i pensionati ed i lavoratori: mancano quantomeno di fantasia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©