Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Potrebbe annullarsi il rimborso della Fininvest alla Cir

Manovra: spunta una norma pro Fininvest

L’opposizione insorge: “È una cosa scandalosa”

Manovra: spunta una norma pro Fininvest
04/07/2011, 20:07

ROMA - Nella Manovra spunta a sorpresa una modifica al codice di procedura civile, che potrebbe comportare la sospensione del risarcimento a favore della Cir di Carlo De Benedetti da parte di Fininvest nel processo civile noto come lodo Mondadori e di cui è imminente la sentenza di appello, qualora venisse condannata a risarcire.
Nel testo inviato al Quirinale c’è una disposizione che obbliga il giudice a sospendere l’esecutività della condanna nel caso di risarcimenti superiori ai 20 milioni di euro in appello e a 10 milioni in primo grado, “se la parte istante presta idonea cauzione”. Nel 2009 Fininvest, la società con la quale il premier Silvio Berlusconi e la sua famiglia controllano Mediaset e Mondadori, si è vista condannare in primo grado a risarcire la Cir di circa 750 milioni di euro. Il pronunciamento aveva riconosciuto la corruzione giudiziaria che ha consentito a Fininvest di ottenere il controllo di Mondadori all’inizio degli anni novanta. La sentenza di appello dovrebbe arrivare questa settimana, probabilmente sabato 9 luglio.
Nel dettaglio, il provvedimento previsto dalla Manovra andrebbe a modificare due articoli del codice di procedura civile. Il primo è il 283, che riguarda l’esecuzione provvisoria di sentenze di primo grado, e che sarebbe modificato così: “La sospensione prevista dal comma che precede è in ogni caso concessa per condanne di ammontare superiore a dieci milioni di euro se la parte istante presta idonea cauzione”. L’altro articolo è il 373 sulla sospensione di sentenze di appello in cui sarebbe inserita dal testo della Manovra la seguente modifica: “La sospensione prevista dal presente comma è in ogni caso concessa per condanne di ammontare superiore a venti milioni di euro se la parte istante presta idonea cauzione”.


Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©