Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Contestazione di ex leghisti in aula

Manovra: via libera alla fiducia, scontri fuori Montecitorio

Questa sera il voto finale

Manovra: via libera alla fiducia, scontri fuori Montecitorio
14/09/2011, 19:09

ROMA - Nessuna sorpresa, sulla votazione per la fiducia che il governo ha messo sulla manovra finanziaria. Contando sul votto di tutti i Ministri, i sottosegretari e dello stesso SIlvio Berlusconi, la maggioranza ha raggiunto i 316 voti a favore, contro i 302 voti negativi. Da poco è iniziata la discussione sugli ordini del giorno presentati dai parlamentari; poi verso le 18.30 sono previste le dichiarazioni di voto e alle 19 il voto finale. L'esito è scontato, dato che il Pdl e la Lega sono tuti presenti, compresi i membri del governo.
Il contenuto della manovra, la cui entità è stimata in 53,5 miliardi, è quasi esclusivamente costituito da nuove tasse, come per esempio l'aumento di un punto dell'Iva da 20 al 21%; oppure da tagli agli enti locali, i quali dovranno aumentare a loro volta le tasse oppure tagliare i servizi. Illusorie le tasse sui redditi alti (come il contributo di solidarietà pari al 3% per i guadagni superiori ai 300 mila euro all'anno); rimandati alle calende greche i tagli alla politica. Infatti le misure (abolizione delle province e dimezzamentod ei parlamentari) sono state rinviate a leggi costituzionali, che non verranno mai approvate.
Intermezzo durante l'intervento del capogruppo leghista Marco Reguzzoni. Alcuni ex leghisti, che stavano in tribuna, hanno srotolato uno striscione su cui c'era scritto: "Basta Lega, basta Roma, basta tasse".

Aggiornamento ore19.07

La protesta: Cresce la tensione davanti a Palazzo Montecitorio dove da alcune ore è in corso la protesta dei Cobas contro la manovra. In concomitanza con l'inizio delle dichiarazioni di voto in aula sono stati lanciati petardi e fumogeni a pochi metri dall'ingresso principale della Camera.  
Al grido “dimissioni” i manifestanti che stavano protestando in piazza Montecitorio a Roma hanno cominciato a lanciate fumogeni e petardi verso il Parlamento. Le forze dell'ordine stanno effettuando alcune cariche per disperdere i manifestanti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli e Valerio Esca
Riproduzione riservata ©