Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Intanto l'Unione Europea chiede una inchiesta accurata

Mantica (Pdl): "L'attacco israeliano? Colpa dei pacifisti"


Mantica (Pdl): 'L'attacco israeliano? Colpa dei pacifisti'
31/05/2010, 12:05

ROMA - Finora il governo italiano si è tenuto in un diplomatico silenzio, non intervenendo sull'episodio di pirateria fatto dai militari israeliani contro la "Freedom Flottilla" e la strage di pacifisti (per ora sembra siano 19 i morti oltre a decine di feriti). Il primo ad intervenire è stato il Sottosegretario agli Esteri, Alfredo Mantica, esponente del Pdl: "Non ho ancora elementi sufficienti per capire cosa sia successo ma la questione era nota da giorni. Questa vicenda si può classificare come una voluta provocazione: aveva un fine preciso, politico. Possiamo discutere sulla reazione israeliana ma pensare che tutto avvenisse senza una reazione di una qualche natura era una dilettantesca interpretazione di chi ha provocato questa vicenda. Credo che in operazioni di guerra così delicate queste azioni spettacolari servano solo a peggiorare la situazione e a rendere ancora più impraticabile la strada del dialogo. Mi pare che sia in atto una voluta provocazione per vedere fino a che punto Israele reagisce. Poi, sul merito della reazione israeliana, non do giudizi perchè ancora non conosco bene i fatti ma sperare che Israele non reagisse era un’illusione. Il principio della rappresaglia israeliana è un principio conosciuto nel mondo".
Intanto l'Unione Europea ha chiesto che sulla vicenda venga fatta una "accurata inchiesta".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©