Politica / Regione

Commenta Stampa

L’amministratore delegato Fiat appoggia Napolitano

Marchionne: “E’ arrivato il momento della coesione”


Marchionne: “E’ arrivato il momento della coesione”
03/08/2011, 19:08

ROMA - "Sto con Giorgio Napolitano: è arrivato il momento della coesione. Non ci possiamo più permettere questa confusione. E' necessario avere una leadership più forte che ridia credibilità al Paese".

Non ha dubbi Sergio Marchionne e risponde senza mezzi termini a chi lo interroga sul futuro dell’Italia. Per l’amministratore delegato di Fiat, il Paese ha un grande problema di credibilità: “Il mondo non capisce la nostra confusione  - sottolinea in un'intervista rilasciata all'Ansa -  non capisce cosa accade in Italia e tutto ciò ci danneggia moltissimo. C'é chi ha compiuto anche scorrettezze nella sua vita quotidiana. In altri paesi sarebbe stato costretto a dimettersi immediatamente. Invece da noi non succede nulla”.

Quanto ai sindacati, Marchionne è convinto che nessuno di loro è realmente rappresentativo. “Se vogliamo un futuro  - dice -  dobbiamo lavorare assieme per il successo comune". Da qui, poi, l’annuncio che già ad autunno si tornerà sulla questione della fuoriuscita dalla Confindustria: “Aspetto solo la decisione del Tribunale di Torino per tornare alla carica. Fiat ha bisogno della certezza del diritto, non possiamo vivere nell'incertezza”, conclude.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©