Politica / Regione

Commenta Stampa

Manifestanti bloccano via Santa Lucia.

Maresca: sit in alla Regione, in serata incontro con Caldoro

Respintala proposta di un nuovo incontro con Zuccatelli

Maresca: sit in alla Regione, in serata incontro con Caldoro
15/02/2011, 14:02

TORRE DEL GRECO - Erano circa un migliaio, ed erano agguerriti. I manifestanti del Comitato Pro Maresca, e i comuni cittadini di Torre del Greco, Ercolano e Portici, hanno dato sfogo alla loro rabbia all’ingresso di Palazzo Santa Lucia a Napoli. La sede della Regione Campania era il punto d’incontro, alle ore 11 di stamane, del sit in di protesta per la salvaguardia dell’ospedale “Agostino Maresca” di via Montedoro a Torre del Greco. All’appuntamento erano presenti circa mille manifestanti secondo gli organizzatori, giunti a Napoli, dalla Provincia, a bordo di quindici pullman. Tutto organizzato nei dettagli per far sentire forte la voce del popolo all’orecchio indifferente dei politici. Ma, soprattutto, per ottenere finalmente un faccia a faccia con il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro. Un incontro che Caldoro ha prontamente rifiutato, declinando l’incombenza, per l’ennesima volta, al sub commissario Zuccatelli, ritenuto dai manifestanti il vero artefice dell’imminente chiusura del nosocomio torrese. Da lì, la protesta si è inasprita. I circa mille pro Maresca hanno letteralmente bloccato il traffico veicolare marciando lungo via Santa Lucia scortati dalla polizia. Una prova di forza, che è servita a creare scompiglio fuori al Palazzo e a dare un segnale chiaro delle proprie intenzioni. “Vogliamo un confronto. Solo questo. Non ci si può sottrarre alle richieste di un intero popolo coinvolto nella chiusura di un ospedale”, ha commentato l’avvocato Gennaro Torrese, che da mesi segue personalmente le vicende legate alla chiusura del Maresca. Quel confronto che, seppur nel primo pomeriggio, Stefano Caldoro si è detto disposto a dare. Alcuni rappresentanti saranno ricevuti dal Presidente della Regione Campania intorno alle 18 di oggi. Gli esiti dell’incontro saranno esposti solo domani mattina in una conferenza stampa convocata al quarto piano dell’ospedale torrese.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©

Correlati