Politica / Regione

Commenta Stampa

Marino (MPA): bilancio, difendo con orgoglio nostri emendamenti


Marino (MPA): bilancio, difendo con orgoglio nostri emendamenti
18/02/2011, 15:02

NAPOLI, 18 FEBBRAIO 2011 – “Difendo orgogliosamente e sosterrò con determinazione i miei emendamenti in quanto volti ad un obiettivo fondamentale: la tutela delle fasce deboli e del territorio”.

E’ quanto afferma il consigliere regionale del MpA Angelo Marino in riferimento ad alcune notizie di stampa su alcune proposte emendative presentate dall’esponente del centro destra al Bilancio di previsione 2011.

“Le nostre proposte emendative sono sociali e popolari e volte alla difesa delle fasce deboli e del territorio, alla abolizione degli sprechi e nell’ottica dell’etica pubblica e della legalità, principi che, da sempre, caratterizzano la nostra comunità politica ed umana e le nostre battaglie politiche e istituzionali in Consiglio regionale” – premette Marino, che spiega: “l’emendamento per la salvaguardia della produzione dell’albicocco vesuviano è teso a salvaguardare e garantire la continuità di un prodotto straordinario della nostra terra che costituisce una unicità nelle produzioni tipiche che rappresenta la nostra identità territoriale – sottolinea Marino – che prosegue: l’emendamento per i ticket mensa a favore dei precari Bros riprende un ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio affinchè questo lavoratori possano ottenere ciò a cui hanno diritto da tempo; la questione dei posti letto nel reparto di Cardiologia dell’ospedale Maresca di Torre del Greco risponde ad una concreta problematica ed esigenza di quel territorio esposto a grave rischio di indebolimento dell’assistenza sanitaria; infine, l’emendamento condiviso con alcuni colleghi per la regolarizzazione delle occupazioni abusive di alloggi serve per consentire a famiglie disagiate aventi i titoli e che sono in attesa da anni, a causa delle disfunzioni amministrative regionali e comunali, di un alloggio popolare, di regolarizzare la propria posizione”.

“Ricordo, inoltre – aggiunge Marino – gli emendamenti per gli oratori parrocchiali della aree a rischio della Campania, per le opportunità lavorative per le cooperative di diversamente abili, per la rappresentanza dell’Associazione piccoli comuni nella Conferenza permanente Regioni-Autonomie locali, per il sostegno finanziario alla Guardia Nazionale Ambientale per la raccolta differenziata nei comuni a nord di Napoli e, ultimo ma non ultimo, l’emendamento per la soppressione della Soresa”.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©