Politica / Politica

Commenta Stampa

Ed ipotizza una "grande necessaria coalizione"

Mario Monti promette: “Ridurremo l’Imu per il 2013”


Mario Monti promette: “Ridurremo l’Imu per il 2013”
28/01/2013, 10:57

ROMA -  Monti va a ruota libera e propone manovre e coalizioni. Se si vogliono fare riforme concrete e reali, il Professore  ipotizza una grande alleanza necessaria per realizzare nuove mosse : “Non bastano maggioranze strette per fare tutte le riforme che servono per uscire dall'emergenza in cui è l'Italia, se ci fosse una grande coalizione sulle riforme non so se avrebbe il sapore della vecchia politica, forse avrebbe quello della politica necessaria”, specifica il Premier uscente. Dopo il discusso e contestato intervento di Monti nel modenese , dove una rappresentanza dei cittadini dell’Emilia Romagna è intervenuta contro il Professore, l’ex Premier ha affermato che ci saranno agevolazioni per le zone colpite duramente dal sisma : “Per quanto riguarda i differimenti delle tasse ho notato che viene chiesto il pagamento dell'abbonamento Rai a chi ha perso la casa. Mi occuperò oggi stesso di questi aspetti” . E specifica : “ La settimana scorsa è stato adottato il provvedimento che aumenta dall'80 al 100 per cento il rimborso per le imprese venti diritto”. La campagna elettorale prosegue e con essa le varie promesse. Intanto su riforme, lavoro, Pd e Cgil , Monti conclude : “Le opposizioni in materia di lavoro ci sono venute da un Pd molto condizionato dalla Cgil. E' un peccato che si possano fare meno riforme di quelle che si potrebbero fare, semplicemente perché ci sono queste gabbie. Io credo che si debba superare queste gabbie”.


Aggiornamento a cura di Rosa Alvino




ROMA – Al grido  “Meno tasse per tutti” sembra essersi convertito anche il Professore Monti che, su “La7”, ha lanciato slogan elettorali in piena regola: “Presenteremo presto un piano per ridurre il gettito di Imu, Irap e Irpef”, ha dichiarato. Il Premier uscente ha spiegato le sue future strategie politiche e finanziarie : “Proponiamo misure per bloccare la spesa pubblica corrente al netto degli interessi, con una riduzione spesa pubblica - Pil del 4,5 per cento al termine dei cinque anni. Non vogliamo fare promesse, ma prendere impegni seri”, ha chiarito il Professore.
Monti ha inoltre aggiunto: “L'Imu detrazione da 200 a 400 euro; detrazioni per figli a carico fino a 800 euro. Questa riforma dell'Imu renderà l'imposta più equa e più progressiva. Irap ridotta dal 2014. Meno Irpef dal 2014, a partire dai redditi medio bassi”. E sulla faccenda del Monte dei Paschi, durante la trasmissione “Omnibus”, Monti ha sottolineato la totale stima alla Banca d’ Italia : “Voglio confermare piena fiducia in Banca d'Italia, autorità di vigilanza sulle banche in Italia, che agisce sotto il controllo dell'autorità bancaria europea che ha aumentato il coefficiente di capitale delle banche e ha chiesto che il capitale del Monte di Paschi fosse aumentato”. Il futuro del mercato italiano dipende anche dalla scelta del voto, afferma l’ex Premier, che non nega ancora preoccupazioni in merito. E in riferimento alle dichiarazioni di Silvio Berlusconi su Mussolini e le leggi razziali, Monti si è espresso in un chiaro ed esplicito dissenso: “Quella di Berlusconi, se è stata una battuta infelice, è stata una battuta veramente molto infelice per il contenuto, per il luogo e la circostanza in cui è stata pronunciata. Non aggiungo altro”.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©