Politica / Politica

Commenta Stampa

Cominciano le reazioni per un referendum decisivo

Maroni apre al referendum elettorale. Casini: "Meglio il voto anticipato"


Maroni apre al referendum elettorale. Casini: 'Meglio il voto anticipato'
01/10/2011, 14:10

ROMA - Le reazioni, dopo la consegna del milione e 200 mila firme raccolte per chiedere un referendum che cancelli il "Porcellum" (proporzionale puro, ma senza preferenze e con le liste bloccate) per ritornare al "Mattarellum (75% di parlamentari eletti nei collegi elettorali, 25% eletti col sistema proporzionale) sono notevoli.
Ha cominciato il Ministro dell'Interno Roberto Maroni, che ha espresso il suo favore alla celebrazione del referendum: "Sono rimasto impressionato dal numero di firme raccolte in così breve tempo; anche questo è un segnale forte, sono dell'opinione che vada ascoltato e che si debba procedere al referendum". Opinione forte, soprattutto se si considera che è stato proprio un leghista, Roberto Calderoli, il primo firmatario della pessima legge elettorale che c'è oggi. Naturalmente bisogna vedere se questa idea rsterà fino alla prossima primavera.
Opinione non condivisa dal leader dell'Udc Pierferdinando Casini che vede il Mattarellum come il fumo negli occhi (non gli consentirebbe di fare la cosiddetta "politica dei due forni", alleandosi di volta in volta con chi gli fa comodo) e che quindi auspica che nel 2012 non ci sia alcun referendum. "Meglio il voto anticipato", ha chiosato. Opinione neanche tanto nascosta nel Pdl, dato che andare alle elezioni con una legge fortemente maggioritaria come il Mattarellum, visto i sondaggi che danno l'alleanza Pdl+Lega una decina di punti sono una alleanza formata da Pd+Idv+Sel.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©