Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Anche Frattini sulla stessa linea

Maroni attacca la Francia: "Se respingono i migranti, sono fuori da Schengen"


Maroni attacca la Francia: 'Se respingono i migranti, sono fuori da Schengen'
07/04/2011, 20:04

ROMA - Continuano le parole di malanimo del Ministro dell'Interno Roberto Maroni contro la Francia, che ha emesso una circolare in cui insiste sulla linea di respingere tutti i tunisini che proveranno ad entrare nel loro Paese con provenienza dall'Italia. In serata ha detto alla stampa: "A quel che ci risulta, la stragrande maggioranza dei tunisini vogliono andare in altri Paesi, a cominciare dalla Francia. Il cui governo ha sin qui mantenuto un atteggiamento di ostilità, che non credo buono. Le regole ci sono e vanno rispettate. Le regole di Schengen sono molto chiare. E consentono la libera circolazione al proprio interno dei cittadini europei e di chi legalmente sta negli stati membri. Il titolo valido per circolare un cittadino extracomunitario non ce l'ha, ma chi ha un permesso ce l'ha. Se uno circola il problema non esiste. Io dirò al ministro francese Gueant, e lui lo sa, che queste persone hanno il permesso di circolare. L'unico modo per impedirlo è che la Francia esca da Schengen o che sospenda il trattato, ma questo significherebbe che anche gli italiani non potrebbero circolare in Francia e viceversa".
Sulla stessa linea, è il Ministro degli Esteri, Franco Frattini: "Noi abbiamo il parere autorevole dell'avvocatura dello Stato, che spiega come l'articolo 20 si applica all'area Schengen.  Domani Maroni vedrà il ministro francese Gueant e sono certo che ci sarà un chiarimento. Poi il 26 ci sarà il vertice tra Italia e Francia e lì si porrà la questione di come lavorare meglio insieme"

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©