Politica / Politica

Commenta Stampa

Maroni: possibile alleanza con il Pdl, ma alle sue condizioni

"Io sono l'unico che può vincere queste elezioni"

Maroni: possibile alleanza con il Pdl, ma alle sue condizioni
29/12/2012, 09:42

BERGAMO – Lo ha affermato durante un comizio alla Berghem Frecc, il segretario della Lega Nord, Roberto Maroni: “Dico al Pdl che, se vogliono sostenere la mia candidatura in Lombardia, sono disponibile ad accettare, ma non chiedo in cambio nulla, non voglio condizioni particolari, come l’alleanza nazionale”. Lascia quindi aperta una piccola possibilità di alleanza con il partito di Berlusconi, a patto però che vengano rispettate le sue condizioni.

Elemento fondamentale dell’alleanza è il programma: “La base è il programma, non voglio scendere a compromessi” per poi ribadire l’importanza del progetto di una euroregione del nord a statuto speciale.

I giorni rimasti al Pdl per decidere sono davvero pochi, infatti il leader della Lega fissa un aut aut: “È una questione di giorni. Si chiuderà intorno all’8-9-10 gennaio, perché poi bisogna presentare le liste e i candidati. Io ho già convocato il Consiglio federale l’8 gennaio. C’è ancora un piccolo  margine per verificare la possibilità di un’alleanza in Lombardia: passato l’ultimo dell’anno e la baldoria, i primi giorni di gennaio si dovrà capire, si dovrà chiudere il cerchio: la porta non è chiusa. È quasi chiusa ormai, ma non è chiusa del tutto”.

Maroni continua affermando: “Io sono l’unico che può vincere queste elezioni, battere la sinistra ed evitare che la Lombardia finisca nelle mani dei Vendola, dei Pisapia e di questa gente qua”. Infine non risparmia parole nemmeno per il candidato del centrosinistra, Gabriele Albertini: “Quando ho sentito che Albertini voleva Ambrosoli come vice ho pensato ‘questi due qua sono scemi’ “.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©