Politica / Politica

Commenta Stampa

In cambio Amato e Monti fuori e impegni con il Nord

Maroni: "Potremmo votare la fiducia a Letta"

Per apertura a Letta necessarie queste due condizioni

Maroni: 'Potremmo votare la fiducia a Letta'
27/04/2013, 13:20

ROMA - “Se il discorso di Enrico Letta ci convincerà potremmo anche votargli la fiducia”. Queste le parole di Roberto Maroni, intervistato dal Corriere della Sera. Favorevole ad un governo Letta, Maroni ha tuttavia precisato: “Per una nostra apertura di credito al governo Letta sono necessarie due condizioni tutt’altro che irrilevanti”.

Per il presidente della Regione Lombardia, infatti, Enrico Letta non solo dovrà tenere un discorso convincente, ma dovrà anche rispettare le due richieste avanzate dal suo schieramento, ossia quella di non ricorrere a nomi “indigeribili”, quali quelli di Amato e Monti, e di rispettare gli impegni presi nei confronti del Nord.

Per quanto riguarda gli impegni presi con il Nord, Maroni fa riferimento in particolar modo a tre punti già discussi giovedì scorso: la creazione di una macroregione, già contenuta nel documento realizzato dai “saggi” nominati da Giorgio Napolitano; la riorganizzazione del sistema fiscale nel suo rapporto tra centro e periferia; la riforma federale dello Stato.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©