Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Potrebbero essere un milione e mezzo i libici in fuga

Maroni preoccupato per la Libia e per i suoi profughi


Maroni preoccupato per la Libia e per i suoi profughi
26/02/2011, 11:02

Roma – A seguito dalla gravissima situazione libica e del nord Africa in generale, divenuta una polveriera dalla quale stanno scappando tutti, si registrano le dichiarazioni del ministro italiano dell’Interno Roberto Maroni, estremamente preoccupato non solo per la situazione profughi che continuano a giungere a centinaia sulle coste di Lampedusa, ma anche per la rovente situazione internazionale che rischia di portare oltre mare un conflitto sanguinoso che potrebbe degenerare in guerra civile. Il ministro Maroni intanto resta perplesso: “Nessuno fa allarmismi ma quando si dice che dalla Libia c'e' il rischio che vada via un milione e mezzo di persone, se permettete sono preoccupato e non poco”. Poi Maroni continua commentando le parole del presidente Napolitano che ha invitato l’Europa ad agire unitaria: “Nascondere le preoccupazioni è un errore grave, e lo dico con riferimento alle dichiarazioni di alcuni colleghi ministri dell'Interno ieri a Bruxelles, il problema esiste e ce ne dobbiamo fare carico tutti, non solo l’Italia costretta ad accogliere sulle sue spiagge migliaia di persone in fuga dalla guerra e dal disagio”.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©