Politica / Parlamento

Commenta Stampa

MARONI SUI ROM: NO BAMBINI TRA I TOPI, SI' ALLE IMPRONTE


MARONI SUI ROM: NO BAMBINI TRA I TOPI, SI' ALLE IMPRONTE
26/06/2008, 16:06

Il Governo è intenzionato ad andare avanti fino in fondo sul tema della sicurezza, e in particolare sui nomadi.

"Non ci faremo impressionare o fuorviare da chi esprime giudizi e conosce poco questa terribile realtà che fa dell'Italia uno dei Paesi più arretrati al mondo".

Lo ha detto il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, a proposito dell'intenzione di rilevare le impronte digitali di quanti vivono nei campi nomadi, bambini compresi. Maroni, a margine della Conferenza programmatica dell'Anci, ha sostenuto che si tratta di una norma che punta al superamento dell'emergenza nomadi. "Rifiuto l'idea - ha detto il Ministro - che un Paese civile possa accettare di vedere minori che dividono lo spazio con i topi. Questo è quanto avviene nei campi nomadi. Coloro che hanno protestato, dall'Unicef in giù, dicano se sono d'accordo nel consentire che oggi in Italia nei campi nomadi i minori convivano con i topi".
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©