Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La Procura: "Nessuna indagine su politici"

Marrazzo si è dimesso, in primavera le elezioni


Marrazzo si è dimesso, in primavera le elezioni
27/10/2009, 17:10

ROMA - Taglio netto, quello deciso dall'ormai ex Governatore del Lazio, Piero Marrazzo: ha depositato le sue dimissioni e già domani il Consiglio regionale ne prenderà debitamente atto. Pare che alla base di questa accellerazione ci sia il fatto che Marrazzo non riesce a reggere questa enorme pressione mediatica, tanto che ieri ha avuto un malore ed è stato portato all'ospedale.
Adesso, legge alla mano, si devono fare le elezioni tra almeno 135 giorni: 90 giorni per fare i decreti relativi ai comizi elettorali e 45 giorni per i comizi stessi. A questo punto si finirebbe all'inizio di marzo. Di conseguenza non è una ipotesi peregrina che venga utilizzato qualche escamotage per creare un po' di ritardo e far coincidere le elezioni con l'election day già fissato dal governo al 28 e 29 marzo.
Intanto la Procura della Repubblica di Roma ha emesso una nota nella quale specifica che Piero Marrazzo non è tra le persone indagate per questa vicenda; nè lo sono altri politici. Anche sull'ipotesi di peculato, è stato accertato che con l'auto si servizio Marrazzo poteva andare dove voleva, e quindi non ci sarebbe nessun profilo di reità.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©