Politica / Parlamento

Commenta Stampa

MASTELLA: DOPO BASSOLINO CI SARO' IO


MASTELLA: DOPO BASSOLINO CI SARO' IO
24/02/2008, 08:02

E' un fiume in piena Clemente Mastella, caricatissimo e soprattutto sicuro di essere lui l'uomo politico di maggior peso della Campania. Le parole pronunciate alla convention tenutasi all'hotel Vantvitelli di Caserta sono chiare, decise e fanno intuire quali saranno le sue mosse politiche. Accanto a lui la fedelissima moglie Sandra Lonardo, Antonio Fantini, Angelo Brancaccio e Francesco Nuzzo, volti e nomi di un Udeur che risorge dalle ceneri dopo la batosta giudiziaria che partì proprio dal capoluogo di Provincia Campano scelto appositamente come punto di partenza della campagna elettorale. Le mosse di Mastella ora sembrano essere ben chiare: prima si candiderà in senato con il grande Centro, con la speranza che ad esisterne ce ne sarà solo uno e con Casini, poi si candiderà a governatore della Campania nelle prossime elezioni, che lui stesso prevede anticipate perchè "Bassolino ha le ore contate". L'ex guardasigilli del Governo Prodi ha lanciato un chiaro messaggio a Berlusconi facendogli presente che "in Campania e in Sicilia è l'Udeur che conta". Non risparmia critiche a Veltroni "prende l'aereo e si fa lasciare al pulman e così percorre gli ultimi km per raggiungere l'elettorato, io toccherò tutti e 500 i comuni della Campania uno ad uno andandoci personalmente" e glissa sulla riconoscenza manifestatagli in questi giorni da Berlusconi ribattendo che "se tutti fossero stati riconoscenti per la mia carriera politica oggi sarei più ricco del Cavaliere"

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©