Politica / Regione

Commenta Stampa

Napoli. Conferenza del capogruppo dell'Udeur

Mastranzo: "Ecco perchè ho bocciato il bilancio"


.

Mastranzo: 'Ecco perchè ho bocciato il bilancio'
20/01/2010, 18:01

NAPOLI - Il capogruppo dei Popolari-Udeur Pietro Mastranzo boccia il rendiconto generale e chiede l'invio degli atti alla Corte dei Conti e all'autorità giudiziaria:"Ho motivato ampiamente, sia nel Collegio dei Revisori dei Conti, sia nel Consiglio, il mio voto contrario sul rendiconto generale 2008", spiega in una nota. "Le motivazioni, tecniche e politiche, attengono a macroscopiche irregolarità, sia sul piano procedurale che di merito ed a carenze ed errori che violano il principio di veridicità e di trasparenza che è alla base della contabilità pubblica. In particolare: a) sul piano procedurale il rendiconto é arrivato in Consiglio con il ritardo di mesi in
violazione di precise disposizioni della legge regionale e nazionale; b) al rendiconto non sono stati allegati i bilanci di esercizio e/o i conti consuntivi, delle società partecipate e degli enti e aziende regionali, compiendo in tal modo un omissione gravissima che rende impossibile ogni confronto e controllo; c) vi è una completa divergenza fra previsione e consuntivo, rendendo, di fatto, non veritiero lo stesso Bilancio di previsione dell'anno cui si riferisce il Rendiconto; d) vi è altresì - sul
piano politico- la palese dimostrazione che la Giunta Regionale riesce a gestire solo la spesa corrente, mentre quella per investimenti - effettivamente realizzata - è a livelli quasi irrisori".
"Va precisato - continua Mastranzo - che quanto precede è contenuto integralmente, insieme ad altre osservazioni critiche, nella relazione del presidente del collegio dei revisori, Caiazzo, che, poi, insieme ai colleghi di maggioranza, ha disinvoltamente votato a favore del rendiconto. Non è,
infine superfluo osservare che la documentazione carente ed omissiva alla base del dibattito consiliare, ha completamente deviato e falsato l'andamento della discussione e il risultato della
votazione stessa. Per questi motivi, ho chiesto il rinvio degli atti alla Corte regionale dei Conti e alla competente Autorità Giudiziaria".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©