Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ancora polemiche tra il sindaco di Firenze e Bersani

Matteo Renzi:"Caro segretario, le regole fanno male a te”


Matteo Renzi:'Caro segretario, le regole fanno male a te”
21/10/2012, 14:53

TORINO – Nel suo appuntamento elettorale Matteo Renzi (nella foto), oggi a Torino, ha detto:  "Due autorevoli leader del centrosinistra hanno fatto questa settimana un passo indietro. Non dico che era ora. Ma il gesto è importante. Abbiamo bisogno di voltare pagina". Pur senza   citarli , il riferimento era evidentemente per i due suoi  colleghi di partito,   Walter Veltroni e Massimo D'Alema. Rivoltosi poi, al segretario del PD, Pier Luigi Bersani, in merito alle regole per   le primarie del centrosinistra, ha detto:   

"Chi vuole governare il Paese  deve avere il coraggio di mettere tutto ciò che può sul tavolo. Non può aver paura del voto dei diciassettenni o del voto libero degli italiani modificando delle regole che erano sempre state le stesse e facendo un atto, caro segretario - ha aggiunto Renzi - che non fa male a noi ma fanno male a te perché cambiando le regole hai messo le condizioni di poter dire che queste primarie sono ispirate dalla vostra paura non dal coraggio".

"Noi - ha continuato Renzi - non ce ne andremo da casa nostra neppure se ci cacciano e ci dispiace per il nostro segretario".

"Quando le primarie sono state infiltrate, come a Napoli - ha poi sottolineato - ad infiltrare sono stati i capibastone del centrosinistra, non quelli della destra".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©