Politica / Parlamento

Commenta Stampa

MAXIEMENDAMENTO ALLA MANOVRA, OGGI AL VAGLIO DELLA CAMERA


MAXIEMENDAMENTO ALLA MANOVRA, OGGI AL VAGLIO DELLA CAMERA
21/07/2008, 12:07

Voto di fiducia oggi alla Camera per il maxiemendamento alla manovra, in un'atmosfera resa rovente dalle polemiche dell'opposizione e dall'agitazione dei sindacati, sul piede di guerra per il "mistero" delle risorse da destinare ai contratti di pubblico impiego.
Superata la fiducia, a metà settimana la palla passerà al Senato per il rush finale che, a detta della maggioranza, dovrebbe concludersi prima della pausa estiva.
Il testo ricalca, in linea di massima, quello uscito dalle Commissioni.
Poche le modifiche apportate, ma su tutte domina il nodo gordiano del taglio di 400 milioni per i rinnovi dei contratti pubblici per il triennio 2009-2011.
Il governo ha assicurato che i soldi dirottati sono altri e che le risorse per i contratti non vengono intaccate, ma i sindacati non mollano la presa e promettono scioperi autunnali.
Il testo più importante è il Dpef, che programma un'inflazione all'1,7% per quest'anno e all'1,5% per il 2009, delegando alla legge finanziaria il compito di quantificare e finalizzare le risorse necessarie per il raggiungimento degli obiettivi posti, ha spiegato Renato Brunetta, Ministro della Pubblica amministrazione.
Brunetta ha anche aggiunto di stare lavorando per la creazione di un nuovo modello contrattuale, tendenzialmente unificato con quello privato.

Commenta Stampa
di Serena Grassia
Riproduzione riservata ©