Politica / Politica

Commenta Stampa

Mazzoni: "Mezzogiorno non piu' sottoutilizzato. Nuove regole europee per spendere le risorse al Sud"


Mazzoni: 'Mezzogiorno non piu' sottoutilizzato. Nuove regole europee per spendere le risorse al Sud'
21/09/2011, 16:09

Sulle dichiarazioni del Presidente Schifani e del Ministro Fitto, a margine della presentazione del rapporto annuale sugli interventi nel Sud, l'on. Erminia Mazzoni, al termine dell'incontro con il "Trio Polonia Danimarca e Cipro" - i rappresentanti dei tre Paesi che assumeranno la Presidenza nei prossimi semestri - che la vede impegnata come relatore sul Nuovo Regolamento per il Fondo di Coesione, ha detto:

"Le parole del Presidente Schifani, in questa fase di risveglio dell'orgoglio "padano", sono un importante monito! "L'Italia non cresce senza il sud" e soprattutto "le risorse da liberare per rilanciare il paese sono nelle aree del mezzogiorno", non a caso definite ancora "sottoutilizzate". Le spinte leghiste di questi giorni mostrano una grave disattenzione ai problemi di stabilita' che stiamo fronteggiando. Il quadro che viene fuori dal rapporto, definito da dati che evidenziano le criticita' esistenti, dovrebbe sollecitare ben altro tipo di orgoglio.
Sull'appello a "spendere presto e bene le risorse europee" direi che, salvato il salvabile dell'agenda 2007/13 per le regioni del Mezzogiorno contenendo con gli interventi dei neo presidenti il disimpegno delle risorse, e' urgente guaradre alle sfide future. Oggi l'Unione discute dei criteri di assegnazione delle risorse per il 2014/20, degli obiettivi e delle priorita'. Se non scriviamo ora le regole giuste a garantire la specificita' del nostro Sud, continueremo a perdere. Dovremmo lanciare un secessionismo del Sud in Europa!"

"Ho fiducia nell'operato del Ministro Fitto e nella sua sensibilita' verso il Mezzogiorno. Sono certa per questo che quello che la manovra non dice sul Sud, lo ntroveremo scritto in maniera chiara nella c.d. Manovra in 7 mosse che il Governo sta per approvare.", ha concluso la Presidente Erminia Mazzoni.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©