Politica / Regione

Commenta Stampa

Aumento minimo della Tarsu

Meno tasse sulle famiglie quartesi


Meno tasse sulle famiglie quartesi
17/06/2010, 17:06

QUARTO (NA)- " La crisi economica è piuttosto notevole: ciò che sarà sottratto agli enti locali è qualcosa di inaudito. Purtroppo la manovra Tremonti si ferma al Nord, facendo sprofondare sempre più le regioni del Sud. Con i numerosi tagli dei finanziamenti da parte dello Stato, stiamo lavorando affinché il pagamento della tassa sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani risulti più equo.

Ci troviamo infatti obbligati ad aumentare la tassa, ma per i privati cittadini l’aumento sarà entro il 10 per cento, mentre chiederemo qualcosa in più alle banche, alle farmacie, agli uffici postali, ai centri di analisi cliniche, che attualmente pagano la Tarsu come le  piccole categorie commerciali o associazioni del territorio”.

Con queste parole il primo cittadino di Quarto, Sauro Secone, promette aumenti contenuti per i cittadini e dunque al contempo una maggiore tutela nei confronti di chi versa in condizioni  economiche più disagiate.

Ci stiamo impegnando affinché il bilancio non tocchi gli investimenti per le politiche sociali e soprattutto per ripianare la situazione debitoria della Quarto Multiservizi spa.

Per il bene della nostra città bisogna far convivere gli interessi privati con quelli pubblici; così come è stato già fatto per le rotatorie in strada, a breve pubblicheremo il bando per il chiosco della villetta comunale. Dobbiamo continuare a far contribuire i privati al decoro della città”.

Il bilancio, che risentirà inevitabilmente dei nuovi provvedimenti economici, aspramente criticati dal sindaco Secone, sarà approvato a giorni.

Con orgoglio-chiosa la fascia tricolore- possiamo sottolineare che il Comune di Quarto ha ottenuto in tre anni circa 25milioni di euro dalle miriadi di progetti presentati ai vari enti sovracomunali. Una cosa che non si vedeva dai tempi della prima giunta Ciraci, nel 1994-1998”.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©