Politica / Politica

Commenta Stampa

“Dobbiamo pensare a soluzioni per la crescita”

Merkel promette aiuti alla Grecia


Merkel promette aiuti alla Grecia
10/10/2012, 21:45

ATENE -  La cancelliera tedesca Angela Merkel è arrivata ad Atene in un clima di proteste e violenze. Arrivata a destinazione, la Cancelliera si è recata al colloquio con il Premier greco Antonis Samaras che è stato bersagliato dal lancio di bottiglie di plastica, mentre in piazza Syntagma è stata bruciata una bandiera con la svastica. Decine di migliaia di cittadini greci hanno invaso le due più famose piazze della città per protestare contro le misure economiche imposte alla Grecia dall’Unione Europea, delle quali la Merkel è la promotrice.
Non sono mancati gli scontri con la polizia, contro la quale sono state lanciate anche alcune bottiglie incendiarie. Gli agenti, in tenuta antisommossa, hanno caricato i manifestanti.
Durante la conferenza stampa, la Cancelliera ha dichiarato di esser consapevole dei duri sacrifici cui il popolo greco è sottoposto: “Molto è stato chiesto ai cittadini greci”, ha detto infatti, precisando però “i risultati cominciano a vedersi”.
La Merkel ha speso poi parole di incoraggiamento affinché il governo greco prosegua nel solco tracciato dall’Unione Europea, sulla via del risanamento: “La strada è dura, ma sono convinta che condurrà al successo. Credo che vedremo la luce alla fine del tunnel”.
La Cancelliera ha – inoltre – dichiarato di voler aumentare gli aiuti economici per la Grecia, ma che tale incremento, pur essendo possibile perché “i requisiti ci sono”, resta tuttavia condizionato dal rapporto del governo greco deve consegnare sui risultati raggiunti e sullo stato di salute del Paese.
”Non sono qui come un insegnante che dà i voti, ma sono qui per dare sostegno” , ha precisato il leader tedesco, che ha dovuto comunque ricordare che anche un’ulteriore tranche di aiuti non assicurerebbe la risoluzione di tutti i problemi che ancora affliggono la Grecia ma la Germania si dichiara pronta a sostenere il Paese in difficoltà, purché Atene continui a seguire le indicazioni dell’Ue.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©