Politica / Napoli

Commenta Stampa

Costi ridotti da 1 miliardo a 820 milioni di euro

Metro, ecco il progetto per il prolungamento della linea I


.

Metro, ecco il progetto per il prolungamento della linea I
24/09/2012, 17:08

NAPOLI - È stato firmato il sei settembre scorso dalla giunta comunale, con delibera 681, il progetto per il prolungamento della linea I della metropolitana verso il centro direzionale-Capodichino aeroporto e quello della nuova stazione metro aeroporto.

Un passo avanti per la costruzione di una città strategica dal punto di vista della mobilità. “Il progetto cambierà il volto del turismo e anche l'accessibilità al centro storico della città”, spiega l’assessore al ramo Anna Donati.

Il prossimo step ora è attendere l'approvazione definitiva di tutti gli organi competenti, tra cui la regione il ministero dei trasporti ed il Cipe.  Approvazione che, a sentire la Donati, potrebbe già arrivare nel giro di tre mesi.

Il progetto approvato in giunta, prevede novità sostanziali rispetto a quello originario. Innanzitutto sarà possibile conseguire una sensibile riduzione dei costi, scesi da 1, 031miliardi di euro a 820 milioni di euro, grazie alla unificazione funzionale di due stazioni (aeroporto/Santa Maria del Pianto) ed alla connessa riduzione del tracciato. Inoltre l’assegnazione da parte del Cipe, avvenuta nell’agosto del 2011, di un primo finanziamento (pari a 300 milioni di euro) con le risorse che si renderanno disponibili a seguito del protocollo di intesa tra Regione e Comune in corso di stipula, consentiranno la previsione  di un primo stralcio esecutivo con l’avvio di nuovi lavori per il prolungamento della tratta.

In programma c’è la realizzazione di quattro nuove stazioni: Centro Direzionale, Tribunale, Poggioreale, Capodichino. E ancor un deposito treni e 3,5 km di linea completamente interrata.

“Dietro questo passo c'è una fatica enorme – sottolinea il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris – questo per noi come amministrazione vuol dire disegnare la città di domani. C'è stata una forte collaborazione con Regione e Governo e se andiamo a vedere il cronoprogramma parliamo di cose che si stanno realizzando in modo veloce. Nel 2013 apre monte calvario , poi per l'estate Garibaldi seguita da Chiaia, Municipio, Duomo e poi si va avanti verso il centro direzionale,  Tribunali e Capodichino. Tutto questo – conclude la fascia tricolore -  fa bene alla visione strategica di città a cui noi stiamo lavorando”. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©