Politica / Politica

Commenta Stampa

Mezzogiorno di fuoco: “senza padroni e con i popoli protagonisti”


Mezzogiorno di fuoco: “senza padroni e con i popoli protagonisti”
02/01/2013, 12:16

L'associazione politico-culturale Mezzogiorno di Fuoco ha diffuso la seguente nota: «La confusione che si è creata in questa campagna elettorale è pari solo alla vergogna di un ceto politico autoreferente che non ha voluto una legge elettorale con le preferenze, che non si accorge del disgusto dei cittadini e che non discute delle vere problematiche che affliggono il popolo: mancanza di lavoro, realtà sociale allo sbando, difficoltà ad arrivare a fine mese. Tante sono le proposte di queste ore, anche se a giusta ragione c'è chi ci consiglia di non "sporcarci le mani" ed assistere a questo scontro tutto mediatico e che probabilmente è etero-diretto dai grandi poteri. Ma c'è anche chi, ricordando che il marinaio non ha paura del mare grosso, ci consiglia invece di partecipare alle prossime elezioni con una mission ben precisa e che possiamo sintetizzare in poche parole: senza padroni, senza padroni del nostro voto, senza padroni del nostro futuro, senza padroni della nostra Comunità e candidando uomini puliti e radicati sul territorio. Questo per mettere le basi su un futuro migliore ed evitare che, tra l'astensione ed il porcellum, continuino ad imperare i soliti noti che delle Comunità e dei territori se ne fregano. Senza Padroni !».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©