Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Milano ad un passo dalla rinuncia all'Expo 2015


Milano ad un passo dalla rinuncia all'Expo 2015
24/03/2009, 09:03

Sono passati una manciata di mesi da quando, l'anno scorso, tra frizzi, lazzi e giubili, il governo Berlusconi, il Sindaco di Milano Letizia Moratti e il Presidente della Regione Roberto Formigoni esultavano all'annuncio che l'Esposizione Internazionale nel 2015 si sarebbe svolta a Milano. Eppure è cambiato tantissimo, dato che aumentano gli echi di una notizia che assume i toni di una quasi debacle: Berlusconi, Bossi e Tremonti hanno avuto una serrata discussione sull'eventualità di abbandonare l'Expo 2015 per carenza di fondi. Da una parte, questa era la proposta del Ministro delle Finanze; dall'altra il leader della Lega che sosteneva che la gente del nord non avrebbe capito. Alla fine l'ha spuntata il secondo, ottenendo anche la poltrona per Leonardo Carioni; mentre come amministratore delegato della società Expo è arrivato Lucio Stanca. Inoltre sono stati stanziati una decina di milioni per l'assunzione di almeno 200 persone in questa società, onde procedere con l'esame e le deliberazione dei progetti. Ma con quali fondi? Ancora non si sa, anche se già a novembre la Moratti si era "rimessa" nelle mani del governo, in quanto il Comune non ce la farebbe.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©