Politica / Politica

Commenta Stampa

Pisapia: collaborazione possibile, ma dentro le regole

Milano, artisti sgomberati da Torre Galfa. Con loro Dario Fo


Milano, artisti sgomberati da Torre Galfa. Con loro Dario Fo
15/05/2012, 13:05

“Quello che è successo a Macao è che un ricco aveva un pezzo di pane e non lo voleva, l’ha buttato per terra e gli ha tirato un calcio. Poi un povero ha preso quel pezzo di pane, e allora il ricco ha chiamato la polizia per farselo ridare”. Questo è stato il commento a caldo di Dario Fo: l’artista sostiene il collettivo Macao che da dieci giorni occupava la Torre Galfa, edificio di oltre cento metri d’altezza al centro di Milano. Insieme, gli operatori culturali volevano attirare l’attenzione sulla mancanza di spazi sociali. E invece si sono trovati Carabinieri e Polizia intorno alle 6,30 di stamattina: lo sgombero è avvenuto nella massima tranquillità ma le perplessità restano.
“Stamattina alle 6.30 la polizia in tenuta antisommossa ha sgomberato la Torre Galfa a Milano. Contro il potere illegittimo del denaro, invitiamo tutta la cittadinanza, unica in diritto di decidere le sorti di Macao, a partecipare all'assemblea pubblica che si terrà stamattina di fronte alla Torre, dove stanno già accorrendo in molti”. Lo hanno comunicato Lavoratori dell'Arte, un gruppo di giovani performer cui è collegato Macao, il collettivo che ha organizzato l'occupazione della torre.
PISAPIA: SI’ A UN PERCORSO MA DENTRO REGOLE - “Ho sempre pensato che i temi di innovazione, cultura e sociali, non si risolvono e non si possono risolvere con gli sgomberi”. Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia commenta così lo sgombero della Torre, nonostante lo stridente contrasto con l’azione delle forze dell’ordine. Per il primo cittadino di Milano è possibile “iniziare un percorso” con loro che però deve iscriversi “necessariamente in un contesto di rispetto delle regole”. Insomma, "in tempi brevi daremo risposta, serve un grande progetto che possa arricchire la città". La vicenda di Macao, in ogni caso, è al centro di una riunione del sindaco con gli assessori competenti.

Commenta Stampa
di Gaia Bozza
Riproduzione riservata ©