Politica / Regione

Commenta Stampa

Aveva anche detto che"essere gay è una tendenza reversibile"

Milano: consigliere Pdl, "Fermare la diffusione della cultura gay"


Milano: consigliere Pdl, 'Fermare la diffusione della cultura gay'
18/06/2013, 13:13

MILANO - Il consigliere Francesco Migliarese, del Pdl, ancora una volta mobilita il Consiglio comunale di Milano con le sue mozioni contro i gay. L'occasione in questo caso è una rappresentazione teatrale tratta da un libro di Altan, "Piccolo Uovo". E' la storia di un uovo il cui pulcino viene allevato da due pinguini maschi omosessuali. Il teatro aveva mandato una e-mail a tutte le scuole invitandole a far vedere le scolaresche allo spettacolo. E da qui parte la mozione di Migliarese, dal titolo eloquente di "Mozione urgente per la tutela dei bambini, per la promozione della famiglia e contro la diffusione dell’ideologia gay". La mozione è stata ovviamente respinta (contrari centrosinistra e M5S, favorevoli Pdl, Nuovo Polo e Fratelli d'Italia); ma resta il problema di chi considera l'essere gay come una ideologia, e non come uno status sessuale, come l'essere eterosessuale. Ma come sorprendersi, se si ricorda che a gennaio un'altra mozione di Migliarese - su cui si sviluppò una lunga e articolata discussione - portava il titolo: "L’omosessualità è una ferita dell’identità e una tendenza reversibile"?
E in una nota Migliarese esplicita la sua posizione: "Da parte mia nonc'è alcuna paura né fobia, soltanto un'idea diversa dell'uomo e della società. Possiamo discutere sulla regolamentazione delle unioni omosessuali, ma inculcare nei bambini l'idea che queste siano equivalenti all'unione tra un uomo e una donna è un'operazione ideologica che non possiamo accettare". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©