Politica / Politica

Commenta Stampa

Entri un anno verranno messi sul mercato 1000 appartamenti

Milano: il Comune taglia del 20% gli affitti delle case popolari


Milano: il Comune taglia del 20% gli affitti delle case popolari
26/10/2011, 12:10

MILANO - L'argomento è di quelli veramente caldi, soprattutto data l'attuale situazione economica, ma la giunta Pisapia ce l'ha fatta, anche se solo fino al 31 marzo 2012: chi sta in case popolari in affitto godrà di uno sconto del 20% sul mensile, se hanno un reddito inferiore ai 35 mila euro annui. Una scelta nettamente in controtendenza rispetto alle decisioni della precedente Giunta Moratti, che invece aveva imposto pesanti aumenti.
Ma non basta. La Giunta Pisapia ha deciso anche di ridurre la quota degli affittuari per la manutenzione del verde intorno agli edifici in questione e di portare da 4500 a 9000 euro annui il reddito per cui poter chiedere un contributo all'amministrazione pubblica per le spese di riscaldamento. Insomma, una serie di misure tese ad agevolare i redditi più bassi.
Ma non è intenzione della giunta limitarsi a distribuire soldi a pioggia. Infatti è stato disposto uno screening di tutto il patrimonio immobiliare pubblico, allo scopo di verificare lo stato degli appartamenti e il livello economico di chi ci abita. L'Assessore alla Casa Lucia Castellano si è anche espressa sui tantissimi alloggi occupati o inagibili, auspicando di poter riuscire a mettere sul mercato oltre 1000 appartamenti in più entro la fine del 2012.
Dall'altra parte però vengono aumentati i controlli per il recupero degli affitti non pagati, una piaga che affligge il comune e che costa centinaia di migliaia di euro all'anno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©