Politica / Politica

Commenta Stampa

Contrari solo Idv e Sel, anche il Pd si astiene

Milano: in Regione non c'è crisi, +1,2 milioni di spese


Milano: in Regione non c'è crisi, +1,2 milioni di spese
19/10/2011, 11:10

MILANO - Ovunque c'è la crisi, ma a quanto pare non al Pirellone di Milano, sede del Consiglio Regionale della Lombardia. Almeno questo si può dedurre, a giudicare dalle decisioni prese nella seduta di ieri. Infatti è stata approvata una variazione di bilancio, che aumenta le spese per la Regione, per il 2011, da 70 milioni a 71,2 milioni. L'aumento è stato necessario per coprire tutta una serie di spese aggiunte di recente. Innanzitutto, 130 mila euro all'anno per i sottosegretari del governatore, introdotti con una recente e contestatissima modifica allo Statuto regionale. Poi 175 mila euro di aumento per "trasmissioni televisive sull'attività del Consiglio". 150 mila euro di aumento per il rimborso chilometrico per i consiglieri regionali. 60 mila euro di aumento per le consulenze, 250 mila euro di aumento per convegni ed altre manifestazioni sponsorizzate dalla Regione. Infine 130 mila euro in più per i vitalizi agli ex consiglieri regionali.
Con molta ipocrisia, nella stessa seduta il Presidente Formigoni ha però lanciato l'allarme tagli: nel 2012 si prevede un taglio di 1,5 miliardi circa ai trasferimenti dallo Stato, a cui si deve sommare il taglio di un miliardo previsto dal patto di stabilità. Però il Pdl e la Lega hanno respointo una mozione dell'opposizione che prevedeva un taglio delle auto blu, grazie anche allo strategico astensionismo del Pd. A favore del taglio solo Idv e Sel, che però hanno rappresentanze molto risicate e quindi hanno potuto fare ben poco.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©